fbpx

Ci troviamo al piano superiore Centro Commerciale

Diabete Gestazionale: cause, diagnosi e prevenzione.

ll diabete gestazionale è un’alterazione della glicemia (valori del glucosio nel sangue), che viene diagnosticata durante la gravidanza. Nella maggior parte dei casi regredisce dopo il parto, ma può ripresentarsi a distanza di anni, come diabete di tipo 2 (detto anche dell’adulto). La sua incidenza è molto alta, infatti circa il 6 – 7 % delle gravidanze è complicato da diabete gestazione, cioè più 40 mila gravidanze ogni anno.

E’ molto importante una volta fatta diagnosi controllare i valori glicemici e  in quanto valori non a target aumentano il rischio di complicanze durante la gravidanza e al momento del parto, oltre che di malformazioni fetali e/o morte intrauterina.

Sintomatologia

La sintomatologia del diabete gestazionale è il più delle volte assente. Raramente la gestante nota maggiore sensazione di sete o maggiore necessità di urinare. Per lo più la patologia viene scoperta attraverso lo screening  viene offerto durante la gravidanza. I valori da tenere in considerazione per una valutazione sono la glicemia a digiuno (che deve essere minore di 92 mg / dl), la curva glicemica e l’emoglobina glicata. Il quadro clinico viene valutato dal medico ginecologo in collaborazione con il medico endocrinologo / diabetologo.

Fattori di rischio

I più importanti sono la familiarità, l’etnia, una precedente gravidanza con diabete gestazionale e/o con macrosomia fetale (peso del bambino alla nascita maggiore di 4 kg), il sovrappeso e l’obesità,  intolleranza glucidica preesistente. Alcuni di questi fattori non sono ovviamente modificabili, mentre altri possono essere oggetto di interventi preventivi mirati.

La prevenzione e la diagnosi precoce del diabete gestazionale

La prevenzione del diabete gestazionale è di fondamentale importanza. Innanzi tutto si deve fare attenzione al peso della madre, quindi evitare un eccessivo aumento ponderale. Se la gestante parte già da uno stato di forte sovrappeso o obesità le linee guida prevedono che possa perdere alcuni kg anche durante la gravidanza. Pertanto la principalmente indicazione è quella di mettere in atto corretti stili di vita : migliorare l’alimentazione e regolare attività fisica.

Cosa fare?

L’obiettivo è il raggiungimento e il mantenimento di un buon controllo della glicemia nel corso di tutta la gestazione per minimizzare il rischio di complicanze per la madre e per il feto facendosi aiutare dagli specialisti per un adeguata dieta e se non bastasse per l’implemento di terapie.

Lascia un commento

(0 Commenti)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat