fbpx

Ci troviamo al piano superiore Centro Commerciale

Mani e Piedi freddi: Quando è necessario rivolgersi ad uno Specialista?

Il freddo alle mani e ai piedi (in linea generale nelle estremità del corpo) è un disturbo molto fastidioso che in genere colpisce più le donne che gli uomini. Questa problematica è causata soprattutto da una marcata sensibilità al cambio delle temperature, ma non solo da quello.
All’origine ci possono essere anche alcune malattie tra cui il diabete, problematiche alla tiroide, la malattia di Raynaud, problematiche circolatorie (causate da una cattiva gestione del ritorno sanguigno) e da un fenomeno tipico dell’inverno: i geloni.

Cominciamo dal diabete. Come può provocare freddo alle mani e ai piedi?

Il diabete è una condizione non fisiologica con un’eccessiva presenza di zuccheri nel sangue, la quale può determinare una serie di piccoli danni ai vasi sanguigni che con il tempo possono andare a influenzare negativamente la circolazione periferica, con conseguente riduzione della temperatura delle parti distali di arti superiori e inferiori.

E l’ipertiroidismo, come influisce?

La tiroide è una delle maggiori ghiandole endocrine del nostro organismo. Agisce sui meccanismi di termoregolazione e pertanto un peggioramento della sua funzione comporta anche un peggioramento della regolazione della temperatura del corpo, con maggiore sensazione di freddo, soprattutto alle estremità.

Che cos’è la malattia di Raynaud e come incide sulla temperatura di mani e piedi?

La malattia di Raynaud è una malattia autoimmune caratterizzata da un’aggressione del sistema immunitario verso l’organismo. E’ un fenomeno tipico della stagione invernale, cioè quando le temperature esterne si abbassano e quindi il nostro corpo, vasocostringe le piccole arterie e in particolar modo la microcircolazione, provocando un peggioramento della circolazione nelle estremità con freddo e ridotta sensibilità di mani e piedi, dovuti alla mancanza di ossigeno.

I geloni

I geloni sono un problema che affligge tantissime persone e sono caratterizzati da un colore rosso-violaceo della pelle provocando inoltre prurito. Possono essere molto dolorosi e la pelle interessata da geloni appare screpolata. Si formano a seguito di una reazione anomala dell’organismo a un’esposizione al freddo seguita da un passaggio repentino al caldo. Una situazione che provoca la fuoriuscita di sangue dalla parete dei vasi sanguigni con conseguente infiammazione della pelle dell’area esposta al cambio di temperatura.
Il freddo a mani e piedi può essere causato anche dall’uso di certi farmaci. Quali, in particolare?
Alcuni farmaci possono provocare effetti collaterali tra cui sofferenza di freddo alle estremità. Si tratta dei beta-bloccanti, utilizzati in presenza di problemi cardiocircolatori, oppure dei farmaci a base di ormoni.

Nonostante possa apparire una condizione normale, in alcuni casi, come quelli sopra descritti le estremità fredde posso essere sintomo di una qualche patologia a carico del nostro sistema circolatorio.

Cosa fare in questi casi?

Una visita Angiologica è consigliata, durante la quale lo Specialista può ricorrere ad un EcocolorDoppler arterioso o venoso per indagare lo stato e la funzionalità dei nostri vasi sanguigni e giungere ad una diagnosi adeguata, scegliendo la terapia corretta o consigliando la soluzione migliore per ridurre la dolorabilità e i fastidi.

 

Lascia un commento

(0 Commenti)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat